Professioni sanitarie

30.06.2015
SENTENZA Giudice del Lavoro di Pordenone. Direttore di Unità Complessa di Azienda Sanitaria. Risarcimento danni da dequalificazione.

Allegato 1
27.06.2015
Riconoscimento economico delle funzioni direttore medico di presidio. Parere a cura dell’Avv. Petracci.

Allegato 1
18.09.2014
Funzioni direttore medico di presidio. Attribuzione di mansioni superiori. Parere a cura dell'avv Petracci.

Allegato 1
01.06.2014
Rassegna del Merito. A cura dell'avv. Fabio Petracci e della dott.ssa Francesca Valente. Medici Specializzandi. Tribunale di Udine, 12.2.2014 Giudice Berardi Ia. A ed altri ric. Azienda Osp. Univ. Udine – Ministero Salute ed altri. Medici Specializzandi D

Allegato 1
02.11.2013
Parere dell'avv. Petracci. Funzioni ed incarichi dirigente medico.

Allegato 1
17.07.2013
Parere dell'avv.Petracci. - Dirigente medico presso una struttura ospedaliera pubblica con turni di guardia medica da mattina a notte. Lamenta che non viene rispettata la pausa di 11 ore, il mancato rispetto del riposo giornaliero settimanale nonché il su

Allegato 1
19.07.2011
Discriminatorio negare l’accesso degli infermieri cittadini di Pesi Terzi alla procedura di stabilizzazione presso l’Azienda Ospedaliera.

Allegato 1
13.05.2010
SENTENZA Corte Costituzionale – Ribadito che lo spoil system ove riferito a figure dirigenziali non apicali, ovvero a titolari di uffici amministrativi scelti previa selezione avente ad oggetto le loro qualità professionali, si pone in contrasto con l’art

Allegato 1
13.05.2010
SENTENZA Cassazione – In presenza di un conflitto con superiori idoneo a turbale la funzionalità del servizio, l’assegnazione ad un altro reparto, lungi dal configurare mobbing, è da considerare giustificata e persino doverosa sotto il profilo del buon an

Allegato 1
02.04.2010
INTERPELLO Ministero del Lavoro - Presupposti di legittimità nel ricorso a rapporti di collaborazione coordinata e continuativa nel settore dell’assistenza domiciliare ed ospedaliera (home care), in presenza di determinate condizioni.

Allegato 1
09.02.2010
La Corte di Strasburgo ha condannato lo Stato italiano a risarcire i malati che hanno contratto l’epatite C e l’AIDS a causa delle trasfusioni di sangue infetto.

Allegato 1